La farfalla e il lume

Un parpaglione variopinto e vagabondo andava, una sera, discorrendo nel buio, quando vide in lontananza un lumicino.
Subito drizzò le ali in quella direzione, e quando giunse vicino alla fiamma si mise a ruotarle agilmente intorno guardandola con grande meraviglia. Continua a leggere

Quale dei due

Un anziano Apache stava insegnando la vita ai suoi nipotini.
Egli disse loro:
“Dentro di me infuria una lotta, è una lotta terribile fra due lupi. Continua a leggere

Resta tranquillo

 

Un economo era impiegato in un palazzo, in India. Mori’, ed il figlio, molto giovane, dovette subentrare al suo lavoro.
Era un giovane intelligente, ben istruito, attratto dalla vita spirituale.
Aveva studiato la lingua del proprio paese – il tamil – ed anche il sanscrito.
Si era ben preparato per la ricerca spirituale.
Continua a leggere

Niente acqua, niente luna.

«Quando la monaca Chiyono studiava lo Zen con Bukko di Engaku,
per molto tempo non riuscì a raggiungere i frutti della meditazione.
Finalmente, in una notte di luna, Continua a leggere

I tre uomini e il santo

Una notte un grande santo giaceva prono a terra con le braccia in avanti e le mani giunte, immerso in profonda meditazione, come se dormisse.

Un ladro si avvicinò e si chiese “Chi è quel tale sdraiato a terra?”. Continua a leggere

Laylat al-Qadr

1 Invero lo abbiamo fatto scendere nella Notte del Destino .
2 E chi potrà farti comprendere cos’é la Notte del Destino?
3 La Notte del Destino è migliore di mille mesi.
4 In essa discendono gli angeli e lo Spirito , con il permesso del loro Signore, per [fissare] ogni decreto .
5 E’ pace, fino al levarsi dell’alba.

(Corano XCVII)

Subhan Allah

La locanda

 

L’essere umano è una locanda,
ogni mattina arriva qualcuno di nuovo.

Una gioia, una depressione, una meschinità,
qualche momento di consapevolezza arriva di tanto in tanto,
come un visitatore inatteso. Continua a leggere

Ramadan a Milano

Falsi maestri e veri discepoli

Tanto tempo fa un giovane biondo era alla ricerca del Vero. Iniziò a percorrere molte strade sperando di poter trovare un maestro che potesse aiutarlo nella ricerca. Si fermò lungo un sentiero e vide un gruppo di persone (in realtà erano un gruppo di briganti di ritorno dall’ultimo saccheggio) a cui chiedere informazioni su un maestro a cui poter affidare la propria crescita. Continua a leggere

Mullah Nassruddin e i pezzi d’oro

Una notte il Mullah sognò una figura che gli si avvicinò e gli mise, una per una,
nove pezzi d’oro nella mano.
Il Mullah volle allora contrattare e disse “Perchè nove? Fai dieci no?” Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.