La rondine e il rosario

Un giorno del 1933 il grande Shaykh Tierno Bokar, spiegava ai suoi allievi più anziani il significato del rosario.
Erano tutti incantati.
All’esterno della casa un gran vento spazzava la sabbia nel cortile, una raffica più violenta causò la rottura di un nido di rondine in equilibrio tra il muro e la sporgenza del tetto: ne cadde un rondinino pigolante. Gli allievi gettarono uno sguardo distratto, poichè il loro interesse era tutto preso dalla bellissima lezione.
Tierno Bokar tacque e si alzò, guardò gli allievi con occhi intristiti, e tese le dita lunghe e fini verso l’uccellino, lo prese e lo custodì nelle mani unite a coppa…..uscì dalla stanza e tornò poco dopo con un grosso ago e un filo di cotone, salì su una vecchia cassetta, depose il rondinino nel nido spezzato e ricucì il nido con la stessa cura che avrebbe utilizzato per fare un pregiato ricamo…finito quel lavoro si sedette di nuovo tra gli allievi che erano impazienti di ascoltare il seguito della lezione; ma lui, invece di prendere il rosario ch’era servito per la spiegazione, lo mise da parte e, dopo un istante di silenzio, si rivolse a tutti loro dicendo:
” E’ necessario che vi parli della Carità, perchè mi dispiace vedere che nessuno di voi possiede ancora a sufficienza questa vera bontà del cuore. Eppure quale grazia essa rappresenta!…Se aveste avuto un cuore caritatevole, vi sarebbe stato impossibile ascoltare una lezione, per quanto una lezione su Dio, mentre un esserino infelice implorava il vostro aiuto.
Ma voi non vi siete commossi alla sua disperazione, il vostro cuore non ha udito l’appello….
Ebbene, amici miei! In verità, un uomo può imparare a memoria tutte le teologie di tutte le confessioni del mondo, ma se la carità non abita il suo cuore, tutte le conoscenze accumulate sono soltanto un fardello inutile.
Nessun uomo potrà mai gioire dell’incontro divino se non c’è carità nel suo cuore. Senza carità, le cinque preghiere sono una serie di gesti senza senso, e il pellegrinaggio una passeggiata senza costrutto!…..”

” …Se tu il viso rivolgi alle terre d’amore,
gli orizzonti saranno ai tuoi occhi roseti,
e saprai che la ruota che gira celeste
è per tutti propizia che stan sulla terra.
Quanto vedrai, è solo quello che vuole il tuo cuore:
quanto vuole il tuo cuore vedrai!……”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: