Al Qaeda, Peacereporter e l’affitto islamico.

Della serie: dacci oggi la nostra bufala quotidiana.
È sempre interessante scorrere le pagine dei quotidiani online

Berlino - contratto di affitto

 e dei blog più noti alla ricerca di notizie e di aggiornamenti sui fatti e sui problemi di attualità della cronaca e della politica nazionale e internazionale. La routine dell’individuare le non-notizie e le bufale del giorno sviluppa col tempo nel ricercatore un sottile senso dell’umorismo anche se non viene a mancare la consapevolezza che lo sforzo dei mistificatori e dei pinocchietti di turno è in realtà diretto a istigare e fomentare odio e violenza contro minoranze etniche e religiose secondo lo schema ben sperimentato da Goebbels e i suoi scherani.
La prima notizia: “Esce il secondo numero di ‘Inspire’, il mensile di al Qaeda nella penisola araba”. La notizia è su tutti i quotidiani e i mezzi d’informazione del main-stream con i particolari delle istruzioni per l’aspirante terrorista islamico. Su Peacereporter l’articolo è firmato da Luca Galassi, sul Corriere, con più particolari, da Guido Olimpio. In nessuno dei numerosi articoli ancora visibili in rete viene espresso un dubbio o un accenno alla possibilità che la suddetta rivista possa essere un falso o un deviante mezzo di propaganda di chi vuole i musulmani brutti, sporchi e cattivi. Inspire è ovviamente leggibile anche in inglese online. Non ho certo intenzione di favorire la propaganda di questa spazzatura, quindi un collegamento ipertestuale qui non c’é. Per chi ha voglia, basta un click su google. Da parte delle redazioni sopra citate sarebbe bastato un minimo d’impegno per dare un’occhiata sullo sfondo, giacché non mancano di mezzi tecnici e finanziari. Sarebbe Bastata un’occhiata sul sito Whois domaintools per sapere che chi ha registrato il sito (tale Khurram Siddiqi) si trova in California, patria di Terminator Schwarzenegger e che la California si trova negli Stati Uniti, patria della Homeland Security.  

whois.domaintools

Non vi suonano i campanelli d’allarme? Saigon 2k precisa che “il sito da cui è “originato” il magazine della cosiddetta “al – Qaeda” non è theunjustmedia, ma altri siti arabi privati e protetti da password. TheUnjustmedia non fa altro che riprendere il magazine e riproporlo nel suo sito, come sempre fa da anni assieme ad un’altra miriade di blog e siti con tutto il materiale di “al-qaeda”. Non c’è bisogno di essere dei grafici professionisti o avere grande mezzi tecnici per fare un magazine come quello, che tra l’altro usa templates “prefabbricati” e poi modificati dall’autore. Il tipo non scrive, fa solo il copia/incolla di articoli che trova in rete, tra l’altro nel primo numero c’era anche il copia/incolla di un articolo di Michael Scheuer, l’ex capo della squadra della CIA incaricata di rintracciare Bin Laden… Detta in soldoni: non esistendo alcuna struttura organizzativa chiamata “al-Qaeda”, qualsiasi ragazzo può produrre qualsiasi cosa (come appunto un magazine) utilizzando il marchio di fabbrica di “al-Qaeda”. Tanto poi nessuno può smentirlo…”
Complimenti al Corriere, a Peacereporter e a tutti gli altri.
La seconda notizia: “Germania, grattacielo in affitto solo ai musulmani osservanti – Gli inquilini non dovranno mangiare carne di maiale, bere alcool e praticare il gioco d’azzardo” L’articolo, non firmato, è accompagnato dalla foto della Porta di Brandeburgo presidiata da due poliziotti (?).
Intanto il contratto di affitto in questione, facilmente rintracciabile in rete e nella foto di testa di quest’articolo, è un contratto per l’uso commerciale e non abitativo dei locali in questione.
Per chi non ha dimestichezza col tedesco, qui la traduzione:
“L’oggetto non può essere affittato o subaffittato a un inquilino il cui esercizio principale contempla una delle seguenti attività:
– Gioco d’azzardo,
– Pornografia (inclusa la presentazione e la diffusione in sala cinematografica e videoteche) o prostituzione,
– Vendita, produzione, distribuzione o commercio di alcool e carne di maiale destinata all’alimentazione,
– Vendita, produzione, distribuzione o commercio di sostanze illegali,
– Vendita, produzione, distribuzione e commercio di armi di distruzione di massa,
– Affari bancari, finanziari e servizi finanziari basati sugli interessi,
– Assicurazioni, fatta eccezione per le assicurazioni basate sulla reciprocità.
Quindi, quale sarebbe il problema?
Al contrario di un contratto d’affitto di un’abitazione che non può contenere limitazioni di sorta del tipo “non si affitta ai meridionali”, per le attività commerciali al locatore è permesso di scegliere la destinazione dei suoi locali. In Italia, in Germania e nel resto del mondo.
Chi si beve la favola di un contratto d’affitto in Germania (!) a inquilini che “non dovranno mangiare carne di maiale e bere alcool” ha probabilmente fatto uso di quest’ultimo in maniera eccessiva.
Trattandosi qui di “un quotidiano online che tratta temi internazionali, è un’agenzia di stampa e di servizi editoriali” possiamo fare una serie di supposizioni:
1) A Peacereporter non conoscono il tedesco, allora dovrebbero tralasciare di trattare temi internazionali;
2) A Peacereporter lavorano col copia-incolla senza l’intervento di un’istanza critica o quantomeno della ragione, allora dovrebbero tralasciare di definirsi “agenzia di stampa”;
3) A Peacereporter sono consapevoli della bufala da loro pubblicata e allora non sono interessati né alla pace (peace) né alla divulgazione di “notizie” (reporter).

Se è vera la terza, allora siamo di fronte ad un giornalismo (reporter) falso, mistificatore e fomentatore di odio (peace?), misero strumento di propaganda di quarta categoria al servizio dei soliti noti.

Annunci

2 Risposte

  1. “propaganda di quarta categoria al servizio dei soliti noti. ”
    quali sarebbero i soliti noti che peacereporter servirebbe?

  2. “chi vuole i musulmani brutti, sporchi e cattivi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: