La bufala quotidiana

Repubblica e l’informazione corretta

AGGIORNAMENTO!

Puó capitare a noi blogger

L'asino vola

di prendere solenni cantonate o di perderci nei meandri del complottismo e finire per credere che una razza di mutanti di natura rettile domini il mondo. Del resto siamo principianti, appassionati dalla ricerca e del giornalismo indipendente e investigativo e, senza un po’ di buon senso e lo strumento della verifica, ci vuole un niente per cadere nella trappola dei numerosi burloni e costruttori di oaks (bufale) presenti in rete. Eppure, a leggere i grossi quotidiani online del mainstream, qualche volta ci viene l’idea che questi non siano alla fine migliori dei “giornalisti” copia e incolla e che la verifica che qui dovrebbe essere ovvia, viene risparmiata, vuoi per motivi economici, vuoi per motivi di disinteresse culturale ed etico.

Non sto parlando delle panzane di Libero, della campagna di odio anti-islamico quotidiana del Giornale o degli scoop di Novella Duemila, ma di uno dei due quotidiani in testa alla classifica delle tirature nazionali.

Vi ricordate la scuola del terrore di al-Qaida/el keida di Perugia? No?

È comprensibile.

Il tutto si è risolto in una bolla di sapone. Nei due anni di indagine, culminati con gli arresti del luglio 2007, la Digos perugina ha raccolto materiale scaricato da siti internet riferibili all’estremismo islamico, ma anche bottigliette di sostanze sequestrate a Korchi, come il potassio nitrato e l’ammonio nitrato. Praticamente nulla. Il termine “riferibili all’estremismo islamico” puó voler dire tutto e niente e, se avete un vaso di fiori sul balcone, probabilmente avete in casa bottigliette col potassio nitrato e l’ammonio nitrato che sono concimi liberamente in vendita in qualsiasi negozio. Quanto al potassio nitrato (nitro) ne avete sicuramente un barattolo in cantina se ultimamente avete ridipinto le inferriate di casa vostra.

In questo contesto Repubblica riuscí a scrivere che i terroristi imparavano grazie ad un video a pilotare un Boeing 747! Alla Lufthansa sono necessarie ottima conoscenza dell’inglese, della matematica e della fisica e un addestramento che va dai due ai quattro anni, ma lo sconosciuto autore di Repubblica ha probabilmente confuso il suo gioco sul computer con la realtá.

Ebbene, oggi su Repubblica online la nuova perla.

Giuditta Mosca pubblica una serie di foto che commenta cosí:

“Sensazionali immagini di un’onda imponente che si ghiaccia ancora prima di infrangersi. Sembra un paesaggio artico ma vengono dal lago di Huron di Mackinaw City, stato USA ai confini col Canada. Questo fenomeno naturale è stato raramente documentato dall’uomo e avviene grazie alla bassa temperatura dell’acqua che a contatto con l’aria ancora più fredda resta bloccata per pochi secondi, il tempo sufficiente affinché la temperatura proibitiva la solidifichi in blocchi di ghiaccio”.

Peccato che il tutto sia una solenne bufala. Appunto.

Ma a Repubblica chi puó interessare? L’importante è il clamore, la sensazione, la sorpresa.

Se poi provate a pilotare un Boeing 747 dopo aver giocato a “Stunt Pilot” sono fatti vostri.

Aggiornamento: Repubblica online ha tolto dal proprio sito il servizio in questione! Forse un timido segnale di come sia possibile usare internet per contrastare la Matrix e ristabilire un minimo di etica anche nelle stanze dei padroni dell’informazione.

Annunci

3 Risposte

  1. Vedi Derviscio anch’io oggi ho infierito su Repubblica http://blog.libero.it/KudaBlog/8323869.html un loro esperto di America Latina ha scritto per Limes una panzana che bastava andare a leggere la pagina di Wikipedia per evitarla. Sarà questo il giornalismo che ci meritiamo.

    E rispetto alla cancellazione del debito estero di Haiti, che doveva essere condonato l’8 luglio scorso, hai visto se qualcuno ha detto qualcosa?

  2. Cosí al volo ho trovato questo:

    “Mani Tese e la CRBM hanno scritto al governo italiano, nelle persone dei ministri Franco Frattini e Giulio Tremonti, per chiedere che in quel contesto si adoperi per la totale cancellazione del debito di Haiti.”

    http://www3.varesenews.it/italia/articolo.php?id=162305

    “Il ministro degli Esteri canadese, Lawrence Cannon, ha suggerito la completa cancellazione del debito di Haiti come una delle formule per aiutare il Paese.”

    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Haiti-la-Clinton-contro-Bertolaso-La-replica-Non-ho-criticato-Usa-ma-la-macchina-dei-soccorsi_4238863678.html

    “L’organizzazione umanitaria britannica Oxfam ha chiesto ai partecipanti alla conferenza dei Paesi donatori che si apre oggi a Montreal di cancellare il debito di Haiti nei loro confronti”
    http://beta.vita.it/news/view/99838

    “Il Club di Parigi ha chiesto a tutti i principali paesi creditori di Haiti la cancellazione del debito.”

    http://www.repubblica.it/esteri/2010/01/19/news/null-2008516/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: